L’Impatto dell’AI nelle organizzazioni: il contributo di Consilium all’evento di REDOPEN

L’Impatto dell’AI nelle organizzazioni: il contributo di Consilium all’evento di REDOPEN

Consilium ha preso parte all’evento “Come cambia l’organizzazione con l’AI?” organizzato da REDOPEN presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Si tratta del secondo incontro del progetto AIDigitalSonar, supportato da Haier Europe e Arlati Ghislandi, durante il quale sono state discusse le prospettive e le sfide nell’integrazione stabile e responsabile dell’IA nei flussi organizzativi, produttivi e comunicativi delle aziende italiane. Un esempio di come ricerca e mondo del lavoro possano fondersi per promuovere un’adozione responsabile e informata dell’intelligenza artificiale.

L’incontro è stata anche l’occasione per la presentazione del volume “Valutare l’intelligenza Artificiale. Una panoramica introduttiva sulle norme e valutazioni d’impatto dell’IA“, primo contributo pubblico, curato da REDOPEN Factory, il cui obiettivo è quello di contribuire ad avviare proattivamente un processo di consapevolezza diffusa tra le persone, e soprattutto tra coloro che prendono decisioni, utilizzano, applicano, e progettano tecnologie di Intelligenza Artificiale.

Tra gli interventi di vari esperti del settore, imprenditori e innovatori, anche quello di Enea Nepentini, Founding Partner di Consilium Comunicazione, con la relazione “AI nella gestione dell’informazione in situazioni complesse e critiche“, che ha contribuito al dibattito raccontando la propria esperienza e le procedure messe in atto dall’agenzia per migliorare l’efficacia delle strategie di marketing e comunicazione e abbracciare l’innovazione.

La comunicazione di crisi e l’intelligenza reputazionale al tempo dell’IA presentano nuove sfide e opportunità per le organizzazioni. Si aprono nuovi scenari che impattano sul modo di gestire il flusso di lavoro, offrendo potenti strumenti per migliorare la gestione delle emergenze.

Il percorso di sperimentazione e applicazione di Chatgpt e Gemini in Consilium va nella direzione di un’integrazione degli strumenti in modo intelligente, etico e responsabile verso la massima espressione e il miglioramento dei nostri servizi.

Lavoro e Felicità: la sfida delle aziende tra produttività e benessere dei dipendenti

Lavoro e Felicità: la sfida delle aziende tra produttività e benessere dei dipendenti

Secondo quanto rilevato dall’Osservatorio HR PoliMi, solo il 5% degli italiani è felice al lavoro.

Dove sta il problema e cosa possono fare le aziende? Quanto interessa agli imprenditori la salute mentale dei dipendenti? Quali soluzioni possono arrivare dall’estero?

Il mondo del lavoro sta cambiando, ma imprenditori e lavoratori non hanno ancora trovato un punto di incontro. La richiesta di maggior produttività e reperibilità si scontra sempre più con la volontà di tutelare i propri spazi e di creare una separazione netta tra sfera privata e professionale. Nascono così incomprensioni, stress e pregiudizi come quelli sui giovani viziati e sfaticati.

Carlo Romanelli, psicologo del lavoro e fondatore della management consulting company Net Working, è intervenuto su questi temi ai microfoni di RTL 102.5 News, sottolineando che «bisogna ribaltare l’equazione culturale e storica in base alla quale più produttività porta più profitto e di conseguenza più benessere. Dobbiamo capire che se c’è più benessere, e le aziende creano le condizioni affinché questo avvenga, questo si può tradurre in più produttività e più profitto».

Per rivedere l’intervista completa: https://play.rtl.it/ospiti/35/mondo-del-lavoro-nuovi-possibili-scenari-mercoledi-29-maggio-2024/

Ski Stadium di Bormio: CAL SpA dà il via ai lavori in vista delle Olimpiadi Invernali 2026

Ski Stadium di Bormio: CAL SpA dà il via ai lavori in vista delle Olimpiadi Invernali 2026

Concessioni Autostradali Lombarde SpA – CAL SpA lascia il segno con una notizia che non può passare inosservata: l’inaugurazione con due mesi di anticipo dei lavori per lo 𝗦𝗸𝗶 𝗦𝘁𝗮𝗱𝗶𝘂𝗺 di Bormio, la prima opera al via in territorio lombardo legata alle 𝗢𝗹𝗶𝗺𝗽𝗶𝗮𝗱𝗶 𝗜𝗻𝘃𝗲𝗿𝗻𝗮𝗹𝗶 𝗠𝗶𝗹𝗮𝗻𝗼-𝗖𝗼𝗿𝘁𝗶𝗻𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝟮𝟬𝟮𝟲.

Lo Ski Stadium, interamente finanziato da Regione Lombardia, si inserisce nell’ambito più ampio di una serie di opere che verranno realizzate nel Comune di Bormio. Al termine della manifestazione, Comune e Regione avranno a disposizione due strutture da poter destinare a molteplici eventi e spettacoli di varia natura: la Family Lounge e la Hospitality Lounge, che verranno realizzate nella zona di arrivo della Pista Stelvio.

L’avvio anticipato dei lavori rispetto al cronoprogramma testimonia l’impegno e la competenza del gruppo CAL, ma anche il suo ruolo cruciale nello sviluppo infrastrutturale e nell’elevare il prestigio dell’Italia nel panorama internazionale degli eventi sportivi. La notizia ha ottenuto un’ottima copertura mediatica, guadagnando spazio anche su Il Sole 24 Ore, oltre che su Ansa e Il Giorno. 

Continueremo a seguire con grande interesse e passione gli sviluppi di questo progetto in vista delle Olimpiadi Invernali del 2026.
 
Per leggere l’articolo completo del Sole 24 Ore: https://www.ilsole24ore.com/art/olimpiadi-invernali-2026-via-lavori-ski-stadium-bormio-AFwbHHQD

Termina il progetto Enjoy European Quality Food: l’evento conclusivo a Milano

Termina il progetto Enjoy European Quality Food: l’evento conclusivo a Milano

È giunto al termine EEQF- #EnjoyEuropeanQualityFood, il progetto co-finanziato dall’UE nato con il fine di diffondere e accrescere in Europa la consapevolezza della qualità dei prodotti italiani a denominazione di origine e a indicazione geografica. L’evento di chiusura tenutosi a Milano corona quattro anni di lavoro in cui abbiamo organizzato eventi, show cooking e sessioni di degustazione coinvolgendo Spagna, Regno Unito, Germania e Polonia, con l’obiettivo di valorizzare i prodotti e promuovere l’identità e la diversità culturale delle varie regioni, incentivando la rinascita economica e sociale dei territori coinvolti.

I sei partner aderenti hanno contribuito alla diffusione del significato culturale che l’enogastronomia ricopre nel nostro paese, testimoniando l’eccellenza che nasce dal connubio tra le risorse naturali del territorio, l’arte delle lavorazioni e l’esperienza umana. Durante la tavola rotonda, moderata dal giornalista Antonio Picasso, sono intervenuti Cesare Baldrighi (Presidente Origin Italia), Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi (Presidente Federdoc), Giovanni Guarneri (Capoprogetto #EEQF e Presidente Consorzio Tutela Provolone Valpadana) e Giacomo Pondini (Direttore del Consorzio dell’Asti e del Moscato d’Asti DOCG.

Ringraziamo anche il vicepresidente del Senato Gian Marco Centinaio, che ci ha inviato un contributo in cui ha sottolineato come EEQF sia stata una delle iniziative più importanti del panorama italiano, in grado riunire diverse realtà per fare grande l’industria agroalimentare italiana ed europea. Al termine dell’incontro, gli ospiti e la stampa hanno preso parte a una degustazione in purezza dei prodotti guidata dalla sommelier Noemi Brambilla, a cui è seguito un light lunch con menù dedicato.

Dietro alla protesta dei trattori italiani, c’è anche il “no al fotovoltaico che occupa le campagne”

Dietro alla protesta dei trattori italiani, c’è anche il “no al fotovoltaico che occupa le campagne”

Non tutti sanno però che a volte sono gli stessi agricoltori a sondare la possibilità di installare un impianto sul proprio terreno e che è possibile conciliare la produzione di energia con attività silvo-pastorali.

GIS – Gruppo Impianti Solari ha intrapreso da tempo questa strada, eppure, i suoi progetti di energia pulita vengono spesso bloccati con evidenti rallentamenti sulla transizione energetica. E così, un impianto che doveva essere in produzione già nel 2022, non esiste ancora.

📌Noi di Consilium siamo felici di affiancare GIS, sin dalla sua nascita, nelle attività di media relation, finalizzate ad accrescere la reputazione del Gruppo e la sua diffusione nel panorama mediatico nazionale.

🎥 Guarda il servizio completo di Le Iene👇
https://urly.it/3zx3n

Eos Im cede al gruppo danese Obton due impianti fotovoltaici del Sud Italia

Eos Im cede al gruppo danese Obton due impianti fotovoltaici del Sud Italia

Eos Investment Management, leader negli investimenti in transizione energetica e energie sostenibili attraverso fondi in infrastrutture e private equity, ha annunciato la cessione a Obton, gruppo danese specializzato in investimenti in tecnologie sostenibili, di ulteriori 2 impianti fotovoltaici in Italia, per una potenza complessiva di 12 MW.

Gli assets, in esercizio dal 2012 e in portafoglio a Eos Energy Fund I, primo fondo infrastrutturale lanciato da Eos Im, sono in grado di generare oltre 16 GWh all’anno e di soddisfare i bisogni energetici annui di circa 6.500 famiglie, permettendo di conseguire un risparmio, rispetto all’energie prodotta da fonti fossili, di oltre 10 migliaia di tonnellate di CO₂. Questa cessione si somma a quella già avvenuta nel novembre 2020, per un totale di 30 MW di impianti solari ceduti da Eos Im al gruppo danese.

Noi di Consilium siamo felici di affiancare Eos nelle attività di media relation, finalizzate ad accrescere la reputazione del Gruppo e la sua diffusione nel panorama mediatico nazionale.

Leggi l’articolo completo sul Corriere della Sera